Il futuro a 5 Stelle

Il futuro a 5 Stelle
Il futuro con il Movimento 5 stelle é un dono del cielo

lunedì 8 maggio 2017

MIGRANTI IN SARDEGNA: l'emergenza che diventa business a scopo di lucro

In questi giorni passati solo le condizioni proibitive del mare di Sardegna ha evitato che giungessero sull'Isola almeno 3000 persone che sono state sbarcate in Sicilia e in calabria, imbarcate a loro volta nel golfo della Tunisia e della Libia. É un'esodo senza fine che diventa business, diventa fonte di introiti per associazioni private para-cattoliche e para qualcos'altro. Nonostante gli scandali le attività non si fermano, non si fermano neppure davanti alle condizioni dei centri di ricoveri al limite del collasso. Sono almeno 200.000 i migranti giá giunti in Sardegna dove si conta di distribuirli in tutti i centri urbani in una sorta di esperimento di integrazione sociale che non ci sarà.



 A Bonarcado la coop seme ( "Seme", fanno seminare gli altri ma mietono loro; di estrazione fortemente cattolica e unta dalla stessa: tutto un programma per questa nuova onlus che si é insidiata anche ad Oristano, ma nasce a Genova un anno fa come consulenza progettuale applicabile alla valorizzazione dell'agricoltura innovativa e partecipata.
Evidentemente il boccone sostanzioso e appetibile delle masse in trasferta dall'Africa, gli ha incentivati a seguire nuove ambite possibilitá di facile e di sicuro guadagno. Nessuna esperienza nel campo della gestione complessa dei migranti, quindi.
Da notare come in una anno di vita sia presente anche in altre città. Tutto questo solo dai soldi delle donazioni spontanee? Certo che no, esistono le fonti governative, anche europee, che con denaro pubblico ungono i meccanismi di funzionamento di queste onlus. Qualcuno malignamente tempo fa disse: - almeno tolgono energie alle mafie- io invece penso che sia un modo nuovo di fare attività mafiosa, ma legalizzata, é la mafia che si evolve insomma )
Seme a Bonarcado ha intenzione diverse rispetto dal progetto ufficiale: non saranno ospitati dei disabili o disoccupati locali, o a limite della provincia, come da programma ; il locale sarà destinato alla falsa accoglienza dei migranti. Sui fini non ci sono dubbi c'è il Dio denaro, e tutto alla faccia dell'umana solidarietà che viene sbandierata come intento reale; d'altronde l'umanità é stata sempre fottuta in questo modo...
La coop il seme investe (con contributi pubblici) in strutture dedite a "centri di accoglienza" ( perché? E torna ovvio quanto giá detto) il che diventa piú facile dedurre che le emergenze in mare non sono piú tali. non esiste emergenza, esiste un nuovo sistema di guadagni a scopo di lucro.
La struttura di Bonarcado se riuscissero a contenere almeno 60 persone, a conti fatti frutterebbe alla Onlus seme Circa 100.000 euro al mese esentasse, puliti, con inclusi i contributi Statali, Europei, Regionali ed europei. la maggior parte degli introiti non andranno certo ai Bonarcadesi che staranno a guardare, o a limite ci potrà parassitare come fa pensare la tendenza di alcuni senza cervello. É denaro che prenderà il volo per altri lidi e né usufruiranno solo in pochi. Molto umani loro, e stronzo chi ci crede.
Con la questione del calo anagrafico, del costo lavoro in Europa, ma anche giustificando e dando le colpe alle guerre e alle dittature repressive in certe zone del mondo, dopo vaste campagne di sensibilizzazione dei popoli destinati a ricevere, hanno messo in atto questo pericoloso esodo di massa, e ci stanno costruendo sopra un business di interessi duraturo, dato per altro in appalto a delle associazioni private: vale a dire che lo Stato non se né occupa direttamente ma provvede che tutto si svolga in sicurezza e con meno effetti collaterali possibili. Sempre a spese dei contribuenti si intende.

Da quí lascio voce ad altri che conoscono veramente e sanno dare una sana traccia storica a questa colossale problematica sociale che interessa vari continenti, rischiando per altro di fare collassare i medesimi sistemi economici o stravolgerli irreversibilmente.
Vi consiglio dunque di ascoltare il filosofo Diego Fusaro che affronta la questione svelando quali sono gli obiettivi dei potenti che hanno provocato questi colossali esodi di masse, a cui volenti o nolenti dovrete adeguarvi. Io no, io non mi adeguo e non sarò complice del flagello in atto..
Tema caldo che non bisogna perdere di vista...
Per impietosire in patria chiedono ai complice oltre mare piú donne e piú bambini.
Vi siete domandati perché dall'Africa non arrivano persone anziane?
Ve lo dico io perché: le persone anziane non possono affrontare le tante difficoltà dei viaggi, non sono manovrabili insomma, e non servono perché anche i loro organi non servono a nessuno; poi puó sembrare strano ma in Africa gli anziano sono rispettati, sono un po sacri in qualche modo, quindi gli lasciano dove sono e campano lo stesso, nessuno gli maltratta e nessuno promette loro che in Europa avranno nuove case, lavoro, telefonini e connessioni WI FI .
Se ci fosse invece veramente la repressione come dicono, o avessero l'esigenza di scappare per non rischiare la propria vita, fra i migranti ci fossero anche loro, non vi pare? Invece niente anziani: niente anziani perché sono un peso "morto" neanche le Ong gli vogliono, costerebbero troppo; non sia mai spendere denaro per curarli; perché di questo hanno bisogno gli anziani, hanno bisogni di piú cure, da quelle sanitarie alle pedagogiche sociali etc etc meglio di no, e poi non possono lavorare, non possono essere sfruttati e non possono rendere nulla in cambio, neanche un rene per l'appunto.
Il popolo italiano se fosse veramente consapevole e solidale verso se stesso prima di tutto, e poi verso quei poveri Cristi trattati come mercanzia, si opporrebbe a queste vergognose transumanze umane pilotate per spillare denaro pubblico. É il minimo che dovrebbero fare tutti, opporsi con determinazione.
Gli Africani bisogna aiutarli in Africa!


Prima che ci pisciano addosso proviamo almeno ad'opporci
dovranno pur prendere atto quando la popolazione non vuole essere complice della finta solidarietà, del finto assistenzialismo e dei finti salvataggi in mare. É una notizia trapelata da poco da correnti bene informate. Bene informate significa che sono testimoni diretti di quanto stó per scrivere. Le Ong considerato il turbolento polverone alzatosi sul loro conto, fra scandali e inchieste che si aprono parallele, per evitare perdite di denaro, e di essere danneggiate, chiamano a basi di riferimento non bene identificate oltre mare, chiedono donne e bambini, e le donne e i bambini arrivano ( si vedono,  e ce le fanno notare, alcuni arrivano persino morti, tanto meglio per loro, per le ong dico) il tutto per fare sembrare piú pietose le situazioni, e quindi impietosire l'opinione pubblica e di conseguenza placcare quanto emerge sulle condotte  di questi finti salvatori di vite umane, e per inculcare sapientemente di essere indispensabili come se lo Stato italiano non esistesse piú. 

https://youtu.be/eacN_EptioY?list=UUMHWrPNHj-5zVux-_zWZg9g
La struttura appena rilevata dalla coop Il Seme danneggiata da bombolette incendiarie
LANUOVASARDEGNA.GELOCAL.IT




Posta un commento